Valore in RSA

novità dal network delle RSA toscane

Valore in RSA

novità dal network delle RSA toscane
a cura di Agenzia regionale di sanità Toscana

Sorveglianza COVID-19 nelle strutture di lungodegenza europee: i risultati nel report ECDC

29/03/2022
Prima della pandemia da COVID-19, nell'UE/SEE non esistevano sistemi di sorveglianza nazionali dedicati al monitoraggio dell'incidenza delle infezioni correlate all'assistenza sanitaria (ICA) nelle strutture di lungodegenza (long term care facilities – LTCF - ovvero RSA, case di cura e altre strutture residenziali con prevalente componente assistenziale o alberghiera), a causa delle difficoltà legate alla raccolta routinaria di dati in questo contesto.

Erano stati invece condotti studi di prevalenza (nel 2010, 2013 e 2016–2017) che avevano descritto un quadro paragonabile a quello osservato negli ospedali per acuti.
 
La pandemia da COVID-19 ha avuto un forte impatto epidemiologico nelle LTCF, soprattutto in termini di mortalità.

Per tale motivo, tra agosto e novembre 2020 l'ECDC ha collaborato con i paesi dell'UE/SEE per sviluppare una prima metodologia per la segnalazione continua, a livello nazionale, dei dati di sorveglianza nazionale già esistenti su COVID-19 nelle LTCF, puntando alla massima fattibilità.

Ciò per consentire all'ECDC di comunicare informazioni tempestive sull’epidemiologia di COVID-19 nelle LTCF, a supporto delle attività di preparedness e di risposta a livello nazionale e europeo.

Gli obiettivi specifici della sorveglianza sono i seguenti:
  • obiettivi primari:
    • monitorare l’andamento epidemiologico del numero e della percentuale di LTCF con casi di COVID-19
    • monitorare l’andamento epidemiologico (incidenza, mortalità e letalità) di COVID-19 tra i residenti delle LTCF
  • obiettivi secondari:
    • descrivere l'andamento degli indicatori di funzionalità di sistema nelle LTCF (ad esempio, cambiamenti nella frequenza di effettuazione di test per la ricerca di SARS-Cov-2, analisi del luogo di morte dei residenti affetti da COVID-19)
    • valutare l'impatto di COVID-19 sulle LTCF nell'UE/SEE.
Da gennaio 2021, i paesi dell'UE/SEE hanno iniziato a trasmettere i dati al sistema di sorveglianza europeo.

Dal 18 marzo 2021, l'ECDC ha periodicamente pubblicato sul proprio sito Web i risultati emersi dall’analisi di tali dati di sorveglianza, con varie modalità e indicatori: rapporti per singoli paesi, trend temporali di incidenza dei casi di COVID-19, casi fatali di COVID-19 e proporzione di LTCF nel paese che sperimentano un nuovo cluster/focolaio.

Ad oggi, 17 paesi dell'UE/SEE hanno partecipato al sistema di sorveglianza volontaria inviando i propri dati. Questi sono Austria, Belgio, Croazia, Cipro, Danimarca, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo, Slovenia, Spagna e Svezia. Almeno due terzi di questi partecipa al sistema di sorveglianza con una copertura nazionale di almeno il 98% delle LTCF
 
A novembre 2021 è stato pubblicato il primo report tecnico approfondito, con i dettagli metodologici della sorveglianza e con i primi risultati, presentati sia in forma aggregata che per paese.

Nello specifico, sono presentati i dati riferiti a:
  • segnalazioni di nuovi focolai/cluster di COVID-19 nelle LTCF
  • segnalazioni di nuovi casi di COVID-19 tra i residenti delle LTCF
  • segnalazioni di nuovi decessi per COVID-19 tra i residenti delle LTCF
  • tasso di mortalità per COVID-19 tra di residenti delle LTCF
  • quota di residenti e membri dello staff completamente vaccinati
  • testing rate per la ricerca di Sars-Cov2 tra i residenti delle LTCF.
 Di seguito si riporta, a titolo esemplificativo, uno dei grafici contenuti nel report.

incidenza covid ltcf europa
E’ auspicabile non solo il mantenimento nel tempo di questa attività di sorveglianza, ma anche il progressivo incremento dei numero di Paesi partecipanti


Che cosa si intende per preparedness?

In sanità pubblica, la “preparedness” è un processo coordinato e continuo di pianificazione e messa in opera di attività riviste sulla base del monitoraggio dei risultati. Consiste nella “capacità dei sistemi sanitari, delle comunità e degli individui, di prevenire, proteggersi da, rispondere rapidamente a, reagire a, e recuperare dopo […] emergenze sanitarie, in particolare quelle che, per dimensione, durata e/o imprevedibilità, rischino di sovrastare le capacità di gestione routinarie (Nelson, 2007).


Per saperne di più:

ECDC. Surveillance of COVID-19 in long-term care facilities in the EU/EEA