Reality orientation therapy o terapia orientativa nella realtà: per prevenire il disorientamento


Fornisce all’anziano alcuni punti di riferimento spaziali, temporali e relazionali, consentendogli di appropriarsi nuovamente degli strumenti necessari per sviluppo di un rapporto equilibrato con sé stesso e con la realtà in cui è inserito.

Consiste nel dare informazioni anche apparentemente ovvie e banali, utili all’orientamento – ora, giorno, stagione, luogo, nomi delle persone, attività previste.

La ripetizione delle informazioni aiuta a conservarle. Può essere fatta in gruppo o individualmente con stimolazioni verbali più strumenti (orologi, calendari, etc.) e anche prendendo come spunto fattori ambientali. Aiuta a prevenire il disorientamento spazio-temporale e a creare una relazione di fiducia.


Alcuni riferimenti importanti:
  • Spector A, Orrell M, Davies S, Woods B. WITHDRAWN: Reality orientation for dementia, in Cochrane Database Syst Rev, nº 3, 2000, pp. CD001119, DOI:10.1002/14651858.CD001119.pub2, PMID 17636652.
  • Spector A, Thorgrimsen L, Woods B, et al. Efficacy of an evidence-based cognitive stimulation therapy programme for people with dementia: randomised controlled trial. Br J Psychiatry, vol. 183, 2003, pp. 248–54, PMID 12948999.

Per saperne di più:  vai alle schede delle altre terapie non farmacologiche

Arte terapia per tutti con obiettivi diversi
Comunicazione validante compromissione cognitiva lieve o moderata
Coperta terapeutica compromissione cognitiva grave di tipo severo
Doll therapy compromissione cognitiva grave
Gruppi remember compromissione cognitiva lieve o moderata
Memory training compromissione cognitiva lieve o moderata
Musicoterapia per tutti con obiettivi diversi
Pet therapy per tutti con obiettivi diversi
Robot-therapy compromissione cognitiva moderata o grave
Sand therapy compromissione cognitiva moderata o grave
Time slips, il tempo scivola compromissione cognitiva moderata