L'ISS aggiorna il rapporto con le indicazioni per prevenire la diffusione del coronavirus nelle strutture residenziali

rapporto ISS coronavirus RSA versione aggiornata
04/09/2020
L'Istituto superiore di sanità ha appena pubblicato l'aggiornamento del rapporto Indicazioni ad interim per la prevenzione e il controllo dell’infezione da SARS in strutture residenziali sociosanitarie e socioassistenziali. La prima versione conteneva le istruzioni per frenare i contagi tra gli ospiti delle strutture nel periodo di alta circolazione del virus.

“Si tratta di un documento importante che, proprio in virtù della specificità della popolazione a cui è dedicato, viene aggiornato  in relazione al contesto degli scenari epidemiologici”, ha spiegato il presidente dell’Iss, Silvio Brusaferro. Oltre agli anziani, le strutture ospitano anche soggetti affetti da patologie croniche o da disabilità di varia natura, che devono essere considerati altrettanto fragili e potenzialmente a maggior rischio di evoluzione grave se colpite da Covid-19.

La nuova versione infatti tiene conto della situazione epidemiologica attuale in vista della ripresa delle ordinarie attività nelle strutture, sempre nel rispetto di tutte le misure di sicurezza.

Le principali modifiche introdotte forniscono indicazioni aggiornate per:
  • la riapertura delle visite dei parenti
  • la ripresa delle attività di gruppo mantenendo un adeguato livello di sicurezza
  • la ripresa in sicurezza delle attività a regime delle strutture sociosanitarie e socioassistenziali nel rispetto del distanziamento fisico
  • le regole con le quali garantire nuovamente l’accesso alle strutture tramite i ricoveri finora bloccati
  • le procedure sicure nei reingressi dagli ospedali
  • l'uso delle mascherine chirurgiche da parte dello staff assistenziale in tutta la struttura


Per saperne di più:

Approfondisci il tema Covid-19 e RSA attraverso le nostre news:

immagine: freepik - it.freepik.com