Ruolo strategico della comunicazione in RSA: come promuovere efficacemente i servizi attraverso sito web e social media

digital marketing rsa
23/03/2018
Alla prima news sul corso di formazione organizzato dall’associazione ANSDIPP dedicata agli elementi necessari per realizzare una buona comunicazione, abbiamo pensato di farne seguire una seconda incentrata sulle modalità di promozione dei servizi delle RSA con l’intento di mettere in luce gli aspetti importanti che possano garantire il posizionamento strategico delle strutture sul mercato.

Posizionarsi sul mercato: le variabili da considerare

Tra le variabili da implementare per la cura del posizionamento sul mercato sono state considerate:
  • Missione Chiara
  • Partecipazione agli ideali di tutti gli attori coinvolti (dirigenti, dipendenti, destinatari)
  • Scelte decisionali mirate
  • Adeguatezza della dimensione organizzativa
  • Specializzazione
  • Connotazione territoriale (il servizio deve rispondere alle esigenze del territorio)
  • Rapporto di natura fiduciaria tra tutti gli attori coinvolti
  • Dinamismo e flessibilità (rispondere con prontezza superando gli aspetti burocratici)
  • Pianificazione ed organizzazione (utilizzo ottimale delle responsabilità e le funzioni di ognuno)
  • Coordinamento (i soggetti impegnati si devono coordinare per efficiente i ruoli e le azioni)
  • Equilibrio economico
  • Professionalità
  • Rinnovamento (capacità di cambiare in funzione del mutati bisogni)
  • Pragmatismo

Mix marketing nelle RSA


Il marketing mix o marketing operativo si fonda su un mix di variabili controllate, da mettere in campo per affrontare il mercato.
Le variabili che tradizionalmente lo costituiscono sono le cosiddette  4P:
  • Prodotto (quali servizi implementare)
  • Prezzo (quali prezzi er erogare)
  • Punto vendita (come distribuire i servizi)
  • Promozione o comunicazione (canali di marketing si vogliono utilizzare per far conoscere i servizi)
Nell’ambito delle strutture residenziali, che rappresentano servizi alla persona ad alto contenuto di conoscenze, si aggiungono altre 3 variabili. Tanto che il modello si trasforma in 7P:
  • Personale che somministra il servizio (gli operatori, svolgendo attività intellettuali, hanno un ruolo centrale nella costruzione della cultura del servizio)
  • Apparenza fisica delle strutture (ambiente in cui vengono erogati i servizi;  esterno: insegne, parcheggio e ambiente circostante; interno: attrezzature, indicazioni, temperatura, ecc. ed anche il clima relazionale che si percepisce)
  • Organizzazione del processo (flusso delle attività attraverso le quali vengono erogati i servizi, attraverso i quali i clienti giudicano il servizio ricevuto).

Comunicare in rete

Un altro aspetto da non sottovalutare è come costruire una buona comunicazione in rete.
Ecco alcuni spunti da seguire:

1.    Costruire la propria identità online attraverso:
a.    Riconoscibilità
b.    Reputazione
2.    Comunicare la propria identità online attraverso:
a.    Sito web (ottimizzato)
b.    Attività per portare traffico al sito
3.    Comunicare la propria identità online attraverso:
a.    Facebook
b.    Linkedln

Nel processo di comunicazione in rete bisogna sempre specificare:
  • Chi siamo (descrivere gli aspetti che ci contraddistinguono mettendo in evidenza la nostra storia, i valori, la mission, i servizi, le competenze, le relazioni, la visione)
  • Cosa ci rende speciali (la cornice identitaria dove sono chiare gli elementi che ci rendono unici)
Attenzione però, la rete è immediata e dilagante sia positivamente che negativamente, per questo, quando scriviamo di noi, ci deve essere la massima coerenza tra il detto e l’agito attraverso comportamenti coerenti con ciò che comunichiamo.

Inoltre la rete è sì uno strumento potentissimo, ma per sfruttarlo al meglio, occorre avere molto chiaro:
  • Cosa vogliamo dire di noi
  • A chi vogliamo far arrivare la nostra comunicazione (familiari, ospiti, volontari, comunità locale, potenziali sostenitori e rete delle RSA)

Il sito web costituisce il nostro biglietto da visita
in rete. Per poter comparire tra i primi risultati dei motori di ricerca deve essere:
  • Ottimizzato
    • Rintracciabile, scritto in ottica SEO
    • Di facile e piacevole navigazione
    • Ricco di contenuti pertinenti
    • Aggiornato
    • Rappresentativo della nostra identità
Rispetto alla presenza delle strutture sui social media, è importante aver chiaro che essi sono:
  • Canali di comunicazione rapidi ed essenziali
  • Possono trasformare i nostri utenti e trasformarli in ambasciatori delle nostre attività
  • Aumentano la nostra visibilità
  • Portano visitatori al nostro sito web
  • Hanno costi più bassi per la promozione

Ma non è da sottovalutare nemmeno come scrivere un post in maniera efficace.
La figura presenta uno schema che può essere utile seguire:

post come scriverli in modo efficace 

Occorre anche ricordare che i post devono avere:
•    Lessico semplice
•    Vocabolario di base
•    Frasi affermative
•    Possibilità di ripetizioni ed elementi di emozione

Ci auguriamo che queste due news sul ruolo strategico della comunicazione per promuovere le attevità delle RSA vi abbiano fornito utili spunti di riflessione.


Leggi anche: Ruolo strategico della comunicazione in RSA: la corrispondenza necessaria tra saper essere e saper fare