Visioni sfumate: un opuscolo ricco di indicazioni pratiche per familiari e operatori che si prendono cura dei malati di Alzheimer

Visioni sfumate: un opuscolo ricco di informazioni pratiche per familiari e operatori dei malati di Alzheimer27/11/2017
Realizzato dalla Regione Toscana, in collaborazione con la Facoltà di Architettura di Firenze e nato da una assidua collaborazione con l'Associazione Italiana Malattia di Alzheimer (AIMA) di Firenze, l’opuscolo Visioni sfumate è l’estratto dalla tesi di laurea dell’autrice, Valentina Santi.

Lo scopo dell’opuscolo informativo è quello di dare indicazioni in merito all’adeguamento degli spazi domestici per agevolare la vita quotidiana di una persona affetta dal morbo di Alzheimer nelle prime fasi di malattia e alcuni suggerimenti di tipo comportamentale.

E’ indirizzato principalmente ai caregiver che si prendono cura del malato presso il proprio domicilio, ma anche ai medici, agli operatori socio-sanitari attivi nelle diverse strutture di accoglienza per anziani (Centri Diurni dedicati). Per questo è stato distribuito presso gli ambulatori dei medici di medicina generale della Toscana, che devono orientare verso una prima definizione del problema attraverso una valutazione geriatrica e presso i vari distretti socio-sanitari delle Asl della regione.

Le informazioni fornite sono i due tipi:
  • indicazioni di tipo comportamentale (per i familiari e per le persone che si  occupano del malato)
  • indicazioni di tipo strutturale (per l'adeguamento da attuare all'interno dell'abitazione del malato) che servono per capire se l’ambiente domestico, in cui il malato vive, rispon¬de in maniera adeguata alle sue esigenze ed evidenziano gli interventi che devono essere eventualmente attuati.

Riportiamo il sommario per far comprendere le molteplici tematiche affrontate:

SOMMARIO
Difficoltà cognitiva
o    progressiva perdita della memoria e conseguente impossibilità di individuare un potenziale pericolo
o    disorientamento spazio-temporale
o    alterazione della comunicazione verbale e difficoltà nella comprensione
o    difficoltà nel riconoscere se stessi e le altre persone

Difficoltà sociale

o    difficoltà a stabilire rapporti sociali
o    comportamenti impropri in situazioni sociali

Difficoltà comportamentale

o    agitazione notturna – alterazione del ritmo sonno-veglia
o    intolleranza verso il controllo
o    problemi di incontinenza

Difficoltà emotiva

o   ansia e inquietudine
o   apatia e depressione
o   allucinazioni, deliri e comportamento ossessivo
o   difficoltà motoria
o   vagabondaggio
o   rallentamento psico-motorio

Difficoltà funzionale

o   difficolta’ a svolgere compiti piu’ o meno complessi
o   scarsa capacita’ di concentrazione
o   agnosia

Difficoltà visiva

o   modificazione nella percezione della profondità
o   vulnerabilità all’abbagliamento
o   riduzione dell’acuità visiva

Difficoltà uditiva

o   ridotta funzionalità uditiva
o   ridotta tollerabilità a stimoli sonori eccessivi

Verifiche da fare nell'abitazione

Consigli comportamentali

Scarica l'opuscolo Visioni sfumate: dedicato a coloro che si prendono cura di un malato di Alzheimer