Le novità sui Lea: quali nuove prestazioni garantisce il servizio sanitario nazionale?

nuovi lea aggiornamento livelli essenziali assistenza
10/04/2017
Abbiamo pensato che fosse utile per gli operatori una breve sintesi delle molte novità introdotte dal Dpcm sui nuovi Livelli essenziali di assistenza, ovvero attività, servizi e prestazioni che il Servizio sanitario nazionale garantisce ai cittadini a titolo gratuito o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket).
Il decreto, che sarà aggiornato ogni anno, sostituisce integralmente a distanza di 16 anni il DPCM 29 novembre 2001, con cui i LEA erano stati definiti per la prima volta.


Il provvedimento:
  • aggiorna l’elenco delle malattie croniche e invalidanti che danno diritto all’esenzione con l’aggiunta di alcune nuove patologie (per esempio: bronco-pneumopatia ed endometriosi negli stadi clinici “moderato” e “grave") e lo spostamento, tra le malattie croniche, di alcune patologie già esenti come malattie rare, quali la malattia celiaca e la sindrome di Down
  • rinnova i nomenclatori della specialistica ambulatoriale e dell’assistenza protesica
  • prevede esenzioni per più di 110 nuove malattie rare tra singole malattie e gruppi di malattie
  • inserisce la fecondazione eterologa tra le prestazioni del Ssn
  • introduce nuovi vaccini, come l'anti Pneumococco, l'anti Meningococco e l'anti Varicella, ed estende quello per il Papillomavirus anche agli adolescenti maschi
  • rivede l’elenco delle prestazioni di genetica, con l’introduzione della consulenza genetica, per spiegare al paziente il significato del test al momento dell’esecuzione, le implicazioni connesse al risultato alla consegna del referto ed eventualmente il sostegno per affrontare situazioni emotivamente difficili
  • introduce lo screening neonatale per sordità e cataratta congenita e l'estensione a tutti i nuovi nati dello screening neonatale
  • aggiorna i livelli essenziali di assistenza per la diagnosi precoce, la cura e il trattamento individualizzato dei disturbi dello spettro autistico

Sono 800 i milioni di euro stanziati e una nuova task force è stata nominata per monitorarne l'applicazione.


Per saperne di più: