Convegno a Montaione, 3 ottobre: Quale futuro immaginiamo per i servizi di assistenza agli anziani

Leggi tutto...
3 ottobre 2019 - ore 9.00

Villa Serena
Viale V. da Filicaia, 59
50050 Montaione (FI)

Leggi tutto...

Batterio New Delhi cos’è e come la Toscana sta facendo fronte all’emergenza

Leggi tutto...
18/09/2019
NDM è l’acronimo di New Delhi Metallo beta-lactamase, un enzima prodotto da batteri presenti nell’intestino in grado di distruggere molti tipi di antibiotici. Prende il nome dalla sua prima identificazione nel 2008 in un cittadino svedese precedentemente ricoverato in India, a New Delhi.

Tra i farmaci che vengono resi inefficaci vi sono i carbapenemi: una classe di antibiotici utilizzati per le infezioni gravi.

Leggi tutto...

Demenza e declino cognitivo: ci sono fattori di rischio modificabili per prevenirne o ridurne l’insorgenza? Dall’OMS una nuova linea guida

Leggi tutto...

18/09/2019
La demenza è un problema globale di salute pubblica in rapida crescita. Nel mondo, circa 50 milioni di persone ne soffrono, di cui il 60% vivono in paesi a basso-medio reddito. Inoltre, ogni anno ci sono quasi 10 milioni di nuovi casi. Il numero totale di persone con demenza raggiungerà gli 82 milioni nel 2030 e 152 milioni nel 2050. Questo comporta conseguentemente un aumento dei costi e la perdita di produttività per interi paesi, governi, comunità, famiglie. Nel 2015, il costo sociale globale è stato stimato in USA attorno agli 820 miliardi di dollari, equivalente all'1,1% del prodotto interno lordo globale (PIL).

Leggi tutto...

17 settembre ANSDIPP Toscana in conferenza: Strategie possibili per il futuro dell'Alzheimer

Leggi tutto...
Strategie possibili per il futuro dell'Alzheimer:
Politiche, servizi e buone pratiche per una presa in carico integrata della persona e della sua famiglia

17 settembre ore 9.00-16.00
CSF "Il Fuligno"
Via Faenza 48, Firenze

Leggi tutto...

La continuità assistenziale nella long term care in Italia: buone pratiche a confronto

Leggi tutto...
01/08/2019
Italia Longeva, rete nazionale di ricerca sull’invecchiamento e la longevità attiva, ha pubblicato un interessante documento sullo stato dell’arte del long care term in Italia.

Il lavoro è stato curato di Davide L. Vetrano, medico geriatra presso il Centro di Medicina dell’Invecchiamento, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e ricercatore presso l’Aging Research Center, Karolinska Institutet di Stoccolma.

Leggi tutto...

End of life: quanto il dialogo può cambiare l’esito della cura

Leggi tutto...
25/07/2019
Riuscire a parlare di terminalità della malattia aumenta l’accettazione della fase finale della vita e facilita l’espressione delle preferenze da parte dei pazienti e dei familiari. Nonostante ciò tutto questo non è scontato.

Affrontare una conversazione sul fine vita è emotivamente difficile per il paziente, i suoi familiari e anche per gli operatori che lo assistono. E’ comunque certo che una chiara spiegazione da parte dei professionisti svolge un ruolo positivo nella promozione di un approccio palliativo.

Leggi tutto...

Online la nuova sezione dedicata alle terapie non farmacologiche tra i nostri strumenti di lavoro

Leggi tutto...
10/07/2019
La sezione strumenti di lavoro, che contiene raccomandazioni, linee guida, scale di valutazione sulle tematiche più importanti per gli operatori delle RSA, è stata rinnovata con nuove immagini, ma non solo ...

Abbiamo pubblicato il capitolo dedicato alle terapie non farmacologiche ovvero a tutte quelle terapie che consistono nell’impiego di tecniche utili a rallentare il declino cognitivo e funzionale degli anziani, controllare i disturbi del comportamento e compensare le disabilità causate dalla malattia.

Leggi tutto...