Vaccinazione antinfluenzale e mortalità per COVID-19 nella popolazione anziana degli Stati Uniti

immagine workshop vaccinazioni rsa
08/10/2020
In questo momento il tema dell'arrivo della stagione influenzale è uno tra i più discussi sul web, sui canali social e sui media tradizionali. Proprio pochi giorni fa, il presidente Trump in un post ha minimizzato la gravità della malattia da SARS-Cov-2 affermando che l'influenza comune è più letale del Covid, ed è stato prontamente censurato.

In questo contesto si inserisce la recensione dell'articolo ancora in pre-print apparso sulla piattaforma MedRxiv Influenza Vaccination and COVID-19 Mortality in the USA.

La mortalità e la letalità per COVID-19 sono più elevate nella popolazione anziana e tra coloro che soffrono di malattie croniche. Gli anziani sono anche coloro che presentano conseguenze più gravi in caso di influenza e pertanto la vaccinazione antinfluenzale è fortemente raccomandata in questa fascia di età.

Date queste premesse, Zanettini e coll. hanno condotto uno studio volto a valutare, nella popolazione anziana degli USA, l’associazione tra la vaccinazione antinfluenzale e la mortalità per COVID-19 a livello di contea, usando fonti di dati correnti e includendo numerosi confondenti potenziali (dati socioeconomici e demografici, caratteristiche dell’abitazione, condizioni di salute, alcune variabili ambientali quali concentrazione del particolato atmosferico, livello di umidità in inverno e in estate, temperature atmosferiche invernali e estive).

Sono stati inclusi nelle analisi i dati di 2034 contee. La copertura vaccinale antinfluenzale nella popolazione ultrasessantacinquenne è risultata pari al 45% (mediana delle contee), più elevata nelle contee più ricche e con popolazione con livello di istruzione più elevato. Dai risultati emerge una riduzione della mortalità per COVID-19 all’aumentare della copertura vaccinale per influenza.

In particolare, gli autori riportano una relazione inversa tra mortalità e copertura vaccinale per influenza: all’aumentare del 10% del tasso di copertura vaccinale si osserva un decremento del 28% nel tasso di mortalità. Questa relazione si conferma cambiando metodologia di analisi statistica e aggiustando per vari confondenti.

In conclusione, i risultati suggeriscono un potenziale effetto protettivo del vaccino antinfluenzale sulla mortalità COVID-19 nella popolazione anziana.


Per saperne di più:

Approfondisci il tema Coronavirus e anziani nelle RSA attraverso le nostre news: