Away from her

away from her film film
Sposati da 50 anni, Grant e Fiona sembrano ancora molto legati l'un l'altra e la loro vita quotidiana è piena di tenerezza e umorismo. La tendenza di Fiona a riferirsi sempre più spesso al passato, oltre alla sua perdita di memoria più evidente ogni giorno che passa, creano una tensione che viene però generalmente dissipata facilmente dall'uno o dall'altra.

Quando i vuoti di memoria diventano più lampanti e drammatici, nessuno dei due può ignorare che Fiona sia stata colpita dal morbo di Alzheimer. A quel punto Grant, che teme che la vita di Fiona sia in serio pericolo, intraprende quello che sarà un autentico viaggio d'abnegazione per permettere alla moglie di essere felice per l'ultima volta.

Film molto poetico, dai tratti delicati eppure forti



valoreinrsa demenza                valoreinrsa accoglienza


Quando la nostra vita viene stravolta da una malattia che si porta via l’essenza della persona amata. All'inizio la negazione del problema, la disperazione e poi la ricerca di un posto che possa prendersi cura dell’amore della propria vita. Ma come può piacere un luogo che si “impossessa” di un nostro affetto? Pieno di persone malate così diverse dal nostro caro, che rimane unico e speciale nel nostro cuore. Ma per amore si è disposti a scendere a moltissimi compromessi.
L’immedesimazione con il protagonista maschile può aiutare a comprendere l’enorme difficoltà che devono affrontare i caregiver quando decidono di affidare i propri cari alle cure di una struttura. Non si sa se la persona più penalizzata e sofferente sia davvero la donna, affetta dal male terribile, o il marito che non si dà una ragione del suo “allontanamento”, del suo straniamento. Quanto riusciamo a tenerne conto nel nostro operare quotidiano?